Mazara. Conclusa positivamente la prima fase del progetto Ital Uil, Uila Pesca e Inal "La sicurezza nelle nostre reti"

Conclusa in modo positivo la prima fase del Progetto UILA Pesca “La Sicurezza nelle nostre Reti”, condotta in questi giorni dall’equipe INAIL diretta dal Dott. Francesco Draicchio con il supporto del Dott. Elio Munafò della Consulta dei Medici ItalUil, a bordo del peschereccio “Mediteranneo Primo”.

A seguito di questa prima fase, l’Inail inizierà lo studio dei dati raccolti con la strumentazione scientifica, durante le battute di pesca, riguardo gli aspetti ergonomici connessi con gli sforzi fisici ed eventuali posture incongrue assunte dai pescatori che esercitano la pesca da banco. 

I risultati dello studio, con il quale sarà verificata la possibilità di introdurre possibili miglioramenti ed eventuali modifiche alle procedure di lavoro al fine di garantire una maggiore tutela della salute di tutti i pescatori, saranno presentati in un convegno nazionale organizzato dalla UILA Pesca nei prossimi mesi.

Considerando le difficoltà operative e l’impegno gravoso a bordo sia dei tecnici che dei pescatori, il segretario Generale UILA Pesca Enrica Mammucari e il presidente dell’Ital UIL Gilberto De Santis vogliono ringraziare tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita delle attività e, in modo particolare, la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo, tutto l’equipaggio e il Comandante Giacalone del “Mediterraneo Primo”.

Share

Informazioni aggiuntive

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information