Oggi sit in Prefettura dei lavoratori della Pellegrino Group. Sindacati chiedono incontro con Agenzia beni confiscati alla mafia

“Dopo l’ultimo incontro, avvenuto due mesi fa, siamo ritornati in Prefettura per ribadire la totale assenza di risposte da parte delle Istituzioni verso il dramma aziendale e occupazionale che sta  attraversando l'azienda Group Pellegrino e i suoi 32 dipendenti”.

Ad affermarlo sono i segretari della Fillea Cgil, Enzo Palmeri, della Filca Cisl Francesco Danese e per la Feneal Uil Tommaso Macaddino che stamani hanno sostenuto i lavoratori durante il sit in dinanzi la sede del Palazzo del Governo di Trapani.

La protesta è scaturita a causa della risoluzione unilaterale, da parte dell’Agenzia dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, del contratto di affitto di un terreno all’azienda Group Pellegrino Import Export Srl.

Il terreno, confiscato alla ditta “Siciliana inerti bituminosi”, dopo l’affitto era stato trasformato dalla Pellegrino Group in una cava per l’estrazione del marmo con una serie di investimenti che hanno anche previsto l’assunzione di 32 lavoratori, di cui 4 sono già stati licenziati dopo che l’azienda è stata sfrattata. La cava è stata, infatti, smobilitata lo scorso ottobre, nonostante l'azienda avesse chiesto di poterla acquistare o di proseguire con il contratto di affitto apportando una rimodulazione dei canoni.

“I lavoratori – dicono Palmeri, Danese e Macaddino – sono disposti a lottare a oltranza per difendere il loro posto di lavoro. Questo dramma occupazionale si aggiunge a quello in atto nel territorio trapanese dove sono venuti a mancare migliaia di posti di lavoro. Dall’ultimo incontro in Prefettura – concludono - rimbomba, oggi, sordo il silenzio dell’Agenzia dei beni che dovrebbe, invece, sostenere le imprese che investono nel rispetto della legalità, creando sviluppo e occupazione”.

Intanto, stamani in Prefettura i sindacalisti hanno chiesto un incontro con i rappresentanti dell’Agenzia dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e per giovedì prossimo si attende la data della convocazione.

Share

Informazioni aggiuntive

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information