Imu/tasi 2016 e immobili in comodato a parenti in linea retta

Il Legislatore introduce, a decorrere dal 2016, un’agevolazione consistente nel dimezzamento dell’IMU e della TASI (calcolate sul 50% della base imponibile) per le unità immobiliari (non di lusso), concesse in comodato dal soggetto passivo ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come “abitazione principale”, a condizione, fra l’altro, che il contratto sia regolarmente registrato, che il comodante sia possessore di un solo immobile in Italia e risieda anagraficamente nonché dimori abitualmente nello stesso Comune in cui è situato l’immobile concesso in comodato.

Share

Informazioni aggiuntive

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information