Spese sanitarie: dal 730/2016 rientreranno nella dichiarazione precompilata

Il 3 agosto 2015 è stato pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate il provvedimento n. 103408 che stabilisce, con decorrenza 2016 che il Modello 730 precompilato presenterà dei dati in più rispetto a quelli automaticamente inseriti nel 730 precompilato di quest'anno.

 

Grazie all'interazione con il Sistema Tessera Sanitaria, infatti, l'Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti (che hanno diritto al 730 precompilato) i dati relativi alle seguenti spese sanitarie sostenute nel periodo d'imposta precedente per sé o per i propri familiari a carico (come da Certificazione Unica del corrispondente anno): ticket per acquisto di farmaci o per prestazioni sanitarie; farmaci (anche omeopatici); dispositivi medici con marcatura CE (spese per l'acquisto o l'affitto); servizi sanitari erogati dalle farmacie; farmaci ad uso veterinario; prestazioni sanitarie (assistenza ambulatoriale, visita medica generica, visita medica specialistica, prestazioni diagnostiche, ricoveri ospedalieri e altre prestazioni detraibili ai fini IRPEF).

Ciascun contribuente potrà esercitare la propria opposizione a rendere disponibili i dati sanitari ai fini del 730 precompilato. Oltre a scegliere di non comunicare il proprio codice fiscale in farmacia, il contribuente potrà comunicare al medico o alla struttura sanitaria l'annotazione dell'opposizione sul documento fiscale.

Share

Informazioni aggiuntive

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information